Affinché i partner possano continuare a trovare soddisfazione e piacere nella vita di coppia c'è bisogno di un impegno costante che il più delle volte è piacevole e comunque portatore di ricchezze per entrambi.
In alcuni momenti, però, solo un intervento esterno può restituire la libertà ad una coppia imbrigliata dalle sue limitanti regole.

Ciascuno di noi osserva la realtà da una prospettiva personale assimilabile ad una finestra affacciata sul mondo (la propria finestra) e che è coerente e compatibile soprattutto con gli apprendimenti e/o le esperienze sedimentate nel tempo. Essere affacciati ad una finestra genera un “looking glass effect”, cioè ci fa percepire il mondo e ci fa elaborare i relativi significati attraverso delle prospettive che altro non sono che le nostre mappe, i nostri presupposti, le nostre assunzioni, le nostre convinzioni, i nostri stereotipi.

Nella terapia della coppia è indispensabile che entrambi i soggetti escano fuori (in un punto diverso dal proprio) per poter osservare, da un altro punto, la propria finestra e comprenderne presupposti e limitazioni. Poi, salire sul tetto, in modo da poter osservare da più prospettive e poter vedere e comprendere il punto di vista del partner.


Una terapia di coppia interviene permettendo alle energie vitali della coppia di rifluire liberamente verso la soddisfazione e la crescita.

Intervenire con la terapia sulla coppia nei momenti di crisi che ciclicamente la attraversano non significa unicamente superare le difficoltà, quanto piuttosto imparare un modo di nutrire il legame affettivo, per poter vivere la relazione di coppia in modo più costruttivo e soddisfacente.

 

La psicoterapia di coppia

Come avviene nella terapia individuale, è opportuno che ciascuno dei due soggetti, guidato dal terapeuta, ricostruisca, verbalizzandola attraverso i vari passaggi, alcune esperienze problematiche vissute insieme. In tal modo e attraverso il confronto fra la verbalizzazione propria e quella dell’altro/a, offre a se stesso e al partner la possibilità di comprendere presupposti, implicazioni, distorsioni ricorrenti. In tal modo da un lato, possono meglio essere elaborati e, dall’altro, lo sforzo viene attuato e condiviso con il compagno/a.

 

La Terapia Cognitivo Comportamentale nasce come intervento a breve termine, come processo attivo e direttivo di educazione della coppia su specifici aspetti che possono contribuire alla disfunzione relazionale.

Il terapeuta affiancherà la coppia nel proprio processo di cambiamento. Il primo obiettivo della terapia su una relazione in crisi è quello di accrescere la consapevolezza delle modalità relazionali, comunicative e di contatto presenti nella relazione di coppia ed individuare gli specifici aspetti che contribuiscono a generare ed alimentare la crisi.

Il terapeuta costruirà un rapporto positivo con i membri della coppia e “imparerà la loro danza” attraverso un colloquio congiunto, a cui seguiranno uno o due colloqui individuali per comprendere la storia della coppia e della famiglia.

Il terapeuta valuterà gli aspetti:

  • COGNITIVI (ad esempio le percezioni, le aspettative della coppia)
  • COMPORTAMENTALI (ad esempio le capacità comunicative, il modo di interagire passato, i punti di forza e le debolezze della coppia)
  • EMOTIVI (ad esempio le emozioni positive e quelle negative, come rabbia, depressione, ansia, gelosia) emersi da questa prima fase di analisi

Le prime sedute sono di consulenza, dedicate cioè alla raccolta di informazioni necessarie a inquadrare in modo chiaro la storia della coppia, il problema, qual è la crisi da affrontare e quali sono i fattori che l’hanno generata e ne impediscono il superamento. Dopodiché,  il terapeuta indicherà le modalità (frequenza, possibili esercizi da svolgere a casa), la durata e i costi.

Le sedute possono avere una cadenza settimanale o quindicinale, con una durata di 60 minuti . Generalmente il terapeuta svolge le sedute con entrambi i partner, alle sedute di coppia, possono affiancarsi degli incontri individuali e la possibilità per il partner in questione di svolgere un percorso personale.
 

Dott.

Zuccaro Mario

Psicologo - Psicoterapeuta

Cognitivo Comportamentale

Neuropsicologia Clinica

Età evolutiva, Adulti, Anziani

iscrizione Albo Psicologi Campania N°3377

Si Riceve su

appuntamento:

Casoria (Na)

Via Gioacchino D'Anna

Fuorigrotta (Na)

Presso Centro MEDfarm 

Via Cinthia 249/251

Stampa Stampa | Mappa del sito
Studio di Psicologia - Psicoterapia Cognitivo Comportamentale - Neuropsicologia clinica età evolutiva, adulto e dell'anziano.